Un ricordo della “Cresta”

La "Cresta"

La prima rivendita di giornali a Scandiano apre verso la fine dell’800 sotto il voltino di Porta Modena, e a gestirlo era una donna, la “Catiretta degli ungi nigri“: il negozio era semplicemente una seggiola e un tavolo sopra il quale erano disposti i giornali.

Nel 1902- 1903, alla Catiretta subentrò Denti Giuseppe e quindi (figlia adottiva) una bimba di 11 anni di nome Cristina Fieri, meglio conosciuta come la “Cresta“.

Il negozio della Cresta era nel vano di un pilastro di piazza Spallanzani, tutt’ora esistente, in angolo tra la piazza e via Vallisneri.

L’attività della Cresta dura vent’anni, durante i quali incrementa notevolmente il numero delle testate e le vendite.

I giornali, recapitati normalmente a mezzo treno, permettevano un guadagno di 1 centesimo per i quotidiani e di due centesimi per i giornali illustrati: forte aumento delle vendite si avevano durante il periodo estivo quando in rocca arrivavano gli allievi dell’ accademia militare di Modena.

L’attività di giornalaia della Cresta dura fino al 1930, alla quale subentrò un’ altra donna, Clotilde Busani.

Come buonuscita e compenso per l’avviamento della sua attività, la Cresta ricevette la somma di duemila lire.

Annunci

Informazioni su scandianolanostraterra

Di Alberto Pedroni, progetto nato per conoscere e fare conoscere il territorio di Scandiano nella provincia di Reggio Emilia.
Questa voce è stata pubblicata in Comune di Scandiano. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...