Un ricordo di Oreste Miari

Oreste Miari

Da quasi 5 secoli il Campanone scandisce le ore con i suoi rintocchi: quello che forse non tutti sanno è che questo ultracentenario orologio ha bisogno di essere caricato manualmente ogni giorno, in quanto una carica completa ha una durata di 34 ore.

La carica e manutenzione dell’orologio non è cosa semplice, ma occorre una conoscenza particolare del meccanismo e del metodo di carica.

Le campane nella cella campanaria hanno scandito secoli di storia locale: una, la più piccola, era stata benedetta nel 1543 da papa Paolo III, mentre la più grande era stata fusa nel 1577.

Sulle campane inciso in alto rilievo c’è lo stemma di Scandiano, diverso dall’attuale e costituito da uno scudo e una scala (senza l’odierna aquila).

La campana maggiore è servita per chiamare a raccolta gli abitanti della città in caso di calamità, malattie, guerre o altri eventi particolari.

L‘orologio, di antica costruzione con un sistema di corde, contrappesi e carrucole, batte i rintocchi delle ore sentite da tutto il centro storico di Scandiano.

Per quasi 40 anni, tutti i giorni Oreste Miari ha salito i 67 gradini della Torre del Campanone per caricare l’orologio e far risuonare ogni ora le campane del nostro orologio, e tenere vivo uno dei simboli di Scandiano.

Oreste se n’è andato diversi anni fa a 72 anni, accompagnato durante il funerale dai rintocchi delle “sue” amate campane.

Ringraziamo la gentilezza della moglie di Oreste, Elsa Grazioli, che ci ha fornito il materiale per far conoscere quello che ha fatto Oreste per Scandiano.

Annunci

Informazioni su scandianolanostraterra

Di Alberto Pedroni, progetto nato per conoscere e fare conoscere il territorio di Scandiano nella provincia di Reggio Emilia.
Questa voce è stata pubblicata in Comune di Scandiano, La nostra terra, Ricordi di un tempo, Scandianesi, Scandiano, Scandiano antica, Scandiano la nostra terra, Terre di Scandiano, Territorio Scandianese, Visitare Scandiano e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...