Scandiano com’era: la ghiacciaia comunale

Dal giornale “all’ombra del Campanone” del 12 luglio 1998 troviamo un interessante articolo che descrive una parte della Scandiano di un tempo: la ghiacciaia comunale.

Per tutti gli appassionati o curiosi di sapere come era e cosa c’era una volta, ecco il servizio tratto dal “periodico trimestrale di vita cittadina“.

La ghiacciaia comunale fu costruita dalla Comunità di Scandiano nella seconda metà del secolo XVII. L’edificio confinava a sud con il cimitero della Pieve di S.Maria, ad est con la via di S. Giuseppe, a nord con l’edificio delle Scuderie e ad ovest con la fossa della Pavarina.

La struttura, tutta in mattoni, era a pianta circolare con il diametro interno di metri 6 e un muro perimetrale avente uno spessore di metri 0,50. Alla ghiacciaia si accedeva attraverso un atrio esterno di mt. 2,50 x 2,50.

 Due erano le porte: l’esterna di metri 1,50 x 1,75 e l’interna che immetteva nel locale contenente il ghiaccio di metri 1,10 x 1,70. La volta di forma semicircolare era ricoperta, all’esterno, da uno strato di terra. Il tamburo interno della ghiacciaia si elevava dal piano d’ingresso di mt. 2,50 e raggiungeva una profondità di mt 4,30.Sul pavimento del fondo della ghiacciaia  un pozzetto di mt. 0,80 x 0,80 x 0,60 consentiva lo scolo esterno delle acque.

Ogni anno l’affittuario della ghiacciaia provvedeva al suo riempimento con ghiacci presi nella stagione invernale dal vicino torrente Tresinaro, dal canale di Secchia e da altri corsi d’acque. Tutti i cittadini del paese e dei comuni limitrofi potevano usufruire della ghiacciaia nel periodo estivo, dietro pagamento.

Un cliente affezionato della ghiacciaia comunale fu lo Spallanzani che era solito servirsene per i suoi numerosi esperimenti sul “freddo ” e sul “letargo” degli animali.

La ghiacciaia comunale svolse la sua importante funzione fino agli inizi degli anni 20: negli anni 30, ormai fuori uso, fatiscente e crollata in alcune parti interne, venne demolita per lasciare posto alla gradinata che da piazza della Libertà porta alla soprastante piazza Duca d’Aosta.

Per preservare la memoria di questo importante pezzo di storia locale, l’amministrazione comunale ha voluto mettere una targa in ottone nel punto del ritrovamento

Una precisazione: la ghiacciaia (nella prima foto d’epoca) è nascosta dalla vegetazione per ripararla dal calore estivo dei raggi del sole; se ne intravede appena una parte. In direzione della Chiesa si nota il cimitero della Pieve di S.Maria, mentre la costruzione in primo piano era l’edificio delle Scuderie.

Già negli anni 40, come si vede da questa cartolina d’epoca, al suo posto sorge la Casa Littoria

E infine, un immagine di come si presenta Scandiano attualmente, inizi Dicembre 2010

Annunci

Informazioni su scandianolanostraterra

Di Alberto Pedroni, progetto nato per conoscere e fare conoscere il territorio di Scandiano nella provincia di Reggio Emilia.
Questa voce è stata pubblicata in Arte, Comune di Scandiano, Itinerari sul territorio di Scandiano, La nostra terra, Ricordi di un tempo, Scandiano, Scandiano antica, Scandiano la nostra terra, Scandiano. informazioni, Storia, Terre di Scandiano, Territorio Scandianese, Visitare Scandiano e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Scandiano com’era: la ghiacciaia comunale

  1. Stefano ha detto:

    Guardando queste foto d’epoca salta all’occhio una cosa… com’erano pulite e ordinate le strade!!

    • Ciao Stefano, hai ragione, non ci avevo fatto caso.

      Abbiamo in programma di pubblicare altri articoli su Scandiano com’era una volta, con scan di cartoline d’epoca, commenti e articoli che riusciamo a rintracciare da libri di storia locale.

      L’aiuto di voi lettori è molto importante, chiunque abbia materiale da inviarci è benvenuto: il blog è aperto a tutti e tutti possono contribuire con articoli, suggerimenti, foto ecc.

      Noi lo facciamo gratuitamente come dimostrazione di affetto e attaccamento a Scandiano, speriamo siano queste le motivazioni che possano spingere chi legge a partecipare attivamente.

      Un saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...